.
Annunci online

  robertocifarelli Le Radici nel Futuro
 
Diario
 


Sono nato e vivo a Matera, classe (classe?) 1963, sono sposato, ho due figli.


14 febbraio 2012

Addio Professore

Oggi, improvvisamente, ci ha lasciati Gianluigi Nigro.

Architetto, Professore di urbanistica alla Sapienza di Roma, già presidente dell'Istituto Nazionale di Urbanistica, mio amico da circa vent'anni.

Conobbi il Professore nel 1994, io giovane consigliere comunale e lui già da 5 anni incaricato (inizialmente insieme ad Amerigo Restucci) della redazione del nuovo Piano Regolatore di Matera.

Grazie a Nigro ho imparato l'urbanistica, quella vera, quella seria, capace di interpretare l'aspirazione della città.

Tra i tanti ricordi che legano la mia amicizia, ricambiata, di tutti questi anni, due episodi tra tutti.

Il primo riguarda la lunga, lunghissima seduta di consiglio comunale, il 23 febbraio 2000, per l'adozione del Piano Regolatore, quando dovetti tenere la parola per oltre un'ora in attesa del raggiungimento del numero lagale per adottare la deliberazione e le belle parole che Gianni ebbe per me.

Il secondo, non ero già più consigliere comunale, nel 2002, quando volle che "facessi le bucce" ad una indagine su Matera  fatta da alcuni ricercatori per un confronto tra alcune importanti città italiane che stavano pianificando lo sviluppo urbanistico e mi invitò alla Sapienza per esprimere pubblicamente le mie osservazioni.

A Matera, oltre al PRG, ha progettato il Regolamento Urbanistico ed il quartiere Agna Le Piane.

Per quanto mi riguarda posso dire che è stato degno successore di Pierluigi Piccinato e la sua opera si inserisce nella migliore urbanistica italiana.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Nigro

permalink | inviato da robertocifarelli il 14/2/2012 alle 15:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 febbraio 2008

BUCCICO PRESIEDE LA COMUNITA' DEL PARCO

 Ieri mattina si e’ riunita la Comunita’ del Parco.

Il sindaco di Matera, Emilio Nicola Buccico, e’ stato eletto unanimemente dai componenti (Mario Venezia –sindaco di Montescaglioso- e Carmine Nigro –presidente della Provincia di Matera-, oltre lo stesso Buccico) nuovo presidente della Comunita’. Prende il posto di Michele Porcari che ne ha mantenuto la carica per tre anni.

Da quando l’Ente e’ nato, ed il suo Statuto e’ entrato in vigore, si sono succeduti nella carica Angelo Tataranno (presidente della Provincia, nel 1999), Giovanni Carelli (presidente della Provincia, fino al 2004), Michele Porcari (sindaco di Matera, fino al 2007).

Un accordo non scritto prevedeva una turnazione alla presidenza della Comunita’ tra le tre cariche. Questa volta, quindi, avrebbe dovuto essere il turno del sindaco di Montescaglioso.

Mario Venezia, invece, con grande generosita’ ha ritenuto di indicare il suo collega della citta’ capoluogo, che rappresenta circa i cinque sesti del territorio del parco.

La maggioranza nella Comunita’ e’ detenuta, per la prima volta da esponenti di centrodestra. A breve, non appena saranno completate le nomine, anche il Consiglio avra’ una maggioranza di esponenti di ispirazione politica diversa dalla mia.

Fino ad oggi i partiti, grazie alla grande unita’ d’intenti del Consiglio, non hanno avuto spazi nelle politiche dell’Ente. Abbiamo agito senza condizionamenti di alcun genere. Per questa ragione all’avvocato Buccico ho formulato i rituali auguri di buon lavoro “nella certezza che le istituzioni sapranno collaborare in modo sempre più stretto e proficuo nell’esclusivo interesse dei territori e delle popolazioni amministrate”.


28 dicembre 2007

ITALIA NOSTRA ED IL R.U. DI MATERA

Mi sembra interessante il dibattito che si sta sviluppando a Matera sul Regolamento Urbanistico presentato alcune settimane fa dalla nuova ammnistrazione. Ho partecipato ad un incontro dell'esecutivo della sezione di Italia Nostra di Matera per l'analisi delle tavole del nuovo RU della città. Di seguito riporto la posizione espressa dall'associazione.

"La sezione di Matera di Italia Nostra ha esaminato la documentazione opportunamente messa a disposizione dal Comune riguardante il regolamento Urbanistico.
Lascia letteralmente interdetti la quantità di aree che, in nome della perequazione, verrebbero interessate da interventi di edificazione dietro, tra l’altro, la malcelata volontà di recuperare gli standards urbanistici oramai al limite di legge ed aree per la edificazione pubblica.
L’elenco sarebbe lungo e, tra l’altro, già di dominio pubblico. A solo titolo di esempio citiamo i casi emblematici di via Cererie, di via Collodi, di Serra Rifusa, di via Gravina, di via Montescaglioso, di via Mattei, de La Martella.

Di fatto in questa proposta di RU intravediamo solo interventi “particolari” tendenti a “risolvere” singoli casi senza quell’armonia necessaria a ridare respiro ad una città soffocata già dal “Piccinato 2” e poi dalle innumerevoli varianti, in particolare quelle quantitative fatte a cavallo tra gli anni ’80 e ’90.
Desta perplessità, inoltre, la modalità scelta dall’Amministrazione Comunale di pubblicizzare un RU che per certo non coincide con i programmi della maggioranza politica che regge le sorti della città e, ci permettiamo di sostenere, neanche di quella che ha amministrato Matera nel quinquennio precedente.

E allora ci domandiamo chi ha lavorato in questi anni per produrre un documento così fortemente speculativo e che tra l’altro, secondo noi, non rispetta il dettato della Legge urbanistica regionale n. 23/99?
E ci domandiamo, inoltre, perché l’amministrazione in carica ha scelto di dare in pasto all’opinione pubblica il RU “Nigro/Santarsia/Rota”, anziché ripiegarsi a lavorare per proporre nei termini tecnici e temporali un RU che riguardasse esclusivamente il perimetro della città consolidata?
A chi giova far passare tempo e far decadere qualunque vincolo?

Italia Nostra di Matera riteneva e ritiene che allo stato il Comune dovrebbe rapidamente adottare un RU che riproponga, ovviamente adeguato alla normativa della L.R. 23/99, solo e soltanto quanto già approvato dal Consiglio Comunale e denominato “PRG ‘99”, confermando e dando seguito alle previsioni anche per quelle parti stralciate dallo stesso Consiglio Comunale e poi dalla Regione, laddove era previsto un aumento del carico urbanistico, per la mancanza della relazione geologica o in attesa di approfondimenti riguardo al rischio geologico.

Il “Piano Nigro ‘99” era il frutto di una discussione cominciata nel 1989!
La città non può permettersi il lusso di attardarsi per anni in discussioni estenuanti ed inconcludenti sul destino urbanistico del territorio. Ad avvantaggiarsi di queste situazioni, è la storia di Matera che lo dimostra, sono sempre e solo i soliti noti e sempre e solo a scapito della qualità della vita dei cittadini, succubi di questi metodi arcaici di conduzione della cosa pubblica.

Riteniamo che questa fase debba concludersi nel più breve tempo possibile al fine di avviare in modo trasparente il dibattito sul Piano Strutturale, strumento attraverso il quale disegnare la città nuova, a “misura di bambino”, vivibile e sostenibile."


17 dicembre 2007

RIUNIONE DELLA COMUNITA' DEL PARCO DELLA MURGIA MATERANA

Questa mattina si è riunita, per la prima volta dopo le elezioni amministrative della scorsa primavera, la Comunità del Parco della Murgia Materana. L'incontro è stato presieduto dal "componente anziano", il Sindaco di Matera, sen. Emilio Nicola Buccico ed ha visto la partecipazione degli altri due componenti, il Presidente della Provincia di Matera, dr. Carmine Nigro, ed il Sindaco di Montescaglioso, dr. Mario Venezia. Era presente anche il Direttore del Parco, dr. Salvatore Vito Valentino, oltre, ovviamente, al sottoscritto.
Al'ordine del giorno della riunione vi era l'elezione del nuovo Presidente della Comunità e l'espressione del parere sul bilancio di previsione per il 2008.
La prima parte dell'incontro è stata dedicata ad illustrare la situazione dell'ente sia dal punto di vista economico finanziario, che riguardo al suo funzionamento in termini statutari e del personale.
Trattando il puo riguardante la elezione del Presidente della Comunità, dopo aver appreso che i predecessori erano stati nell'ordine l'allora Presidente della Provincia (Giovanni Carelli) e poi il Sindaco di Matera (Michele Pocari), la Comunità ha ritenuto di aggiornarsi a gennaio allorquando sarà inserito all'ordine del giorno anche la designazione dei nuovi rappresentanti dei rispettivi enti locali nel Consiglio Direttivo dell'ente.
Quindi la Comunità ha espresso parere favorevole al documento di bilancio 2008 e triennale 2008/2010 pur sottolineando la necessità che la Regione metta a disposizione più risorse oltre i fondi appena necessari per la gestione ordinaria dell'ente.
A questo proposito la Comunità ha approvato un ordine del giorno, così come ha anche fatto voti affinchè la sede dell'APT di Basilicata venga istituita nella città di Matera.


sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario
Rifiuti
Persone
Politica
Energia
Biodiversità
Mobilità
Parcomurgia
Aree protette
Ambiente, Economia & Società
Materambiente
Cultura & Beni culturali

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Ente Parco Murgia Materana
Parks.it
Fondo per l' Ambiente Italiano
Italia Nostra
Legambiente
Movimento Azzurro
WWF Italia
La Nuova Ecologia
Regione Basilicata
FIRMA L'APPELLO DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom