.
Annunci online

  robertocifarelli Le Radici nel Futuro
 
Diario
 


Sono nato e vivo a Matera, classe (classe?) 1963, sono sposato, ho due figli.


23 dicembre 2009

MI ASSOCIO

 E' di alcuni giorni fa la notizia che la regione Basilicata ha approvato bandi per 140 milioni di euro a sostegno dell'agricoltura che prevedono di "soddisfare anche i fabbisogni di ulteriori ambiti di filiera" come quello delle “Filiere delle Aree Protette”.

L'Assessore Viti ha accolto, dunque, le istanze provenienti dagli enti parco che chiedevano di attuare le previsioni di legge (la 394/91 e quella regionale 28/94) laddove imponevano (è questo il termine giusto) di dare priorità agli interventi a sostegno di proprietari di aree nei parchi.

Mi associo, dunque, a quanto dichiarato dal mio amico Sandro Berardone, che ieri ha pubblicato il comunicato che segue.

“La notizia non può che riempirci di soddisfazione - dichiara il presidente Comunità Parco nazionale del Pollino, Sandro Berardone - perché va proprio nel senso da noi auspicato non più tardi di tre mesi fa quando chiedevamo, proprio al governatore della Basilicata, Vito De Filippo e all'assessore Viti una maggiore attenzione verso l’agricoltura di qualità dei Parchi con l’attivazione di una filiera delle produzioni di qualità.

La nostra idea era ed è - ricorda Berardone – di valorizzare tutti gli aspetti legati alle produzioni tipiche di un territorio (tradizione, cultura, salubrità, genuinità, artigianato) riuscendo, così, ad offrire anche una risposta in termini economici e di sviluppo alle piccole economie dell’area”.

Secondo Berardone “I bandi approvati dal Governo regionale vanno in questa direzione. Ci auguriamo, dunque - conclude - di riuscire ad imprimere quella svolta da più parti auspicata e tanto attesa dalle popolazioni per evidenti motivi. In primis per non abbandonare le aree interne del nostro Parco e della nostra regione e poi per dare la dignità che spetta ai nostri beni ambientali e culturali. Il nostro patrimonio, dal valore inestimabile, non merita di essere abbandonato, ma coltivato proprio come l'agricoltura, una delle migliori attività eco-compatibili in grado di difendere il territorio e di svilupparlo come merita”.




permalink | inviato da robertocifarelli il 23/12/2009 alle 3:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre        gennaio
 

 rubriche

Diario
Rifiuti
Persone
Politica
Energia
Biodiversità
Mobilità
Parcomurgia
Aree protette
Ambiente, Economia & Società
Materambiente
Cultura & Beni culturali

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Ente Parco Murgia Materana
Parks.it
Fondo per l' Ambiente Italiano
Italia Nostra
Legambiente
Movimento Azzurro
WWF Italia
La Nuova Ecologia
Regione Basilicata
FIRMA L'APPELLO DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE

Blog letto 280242 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom